Pubblicato in: Un pò del mio Diario

Maschera e volto…


 

Scorre il Tempo…e più di un anno è passato…esattamente quattordici mesi… da quella domenica in cui un tacchino fuggì e un altro venne cucinato e servito in  un vassoi o d’argento, condito con spezie orientali…accompagnato da freschi contorni e da pregiati vini francesi…il tutto servito sotto l’amorevole ed accogliente sguardo dello "spiritello della casa"…
E la rilassante e..stimolante conversazione sull’ Essere e l’Apparire…
Sul Volto e la Maschera e poi gli autori ignoti dei secoli passati…e la Baghvad Gita e la Bibbia…
Di tutto si parlava scandagliando la psiche umana… Si rideva e si scherzava e le parole scivolavano come gocce di fresca rugiada sulla notte che in fretta diventava…giovane …
Io mi nutrivo alla fonte del tuo sapere mentre tu rimanevi affascinato dalla mia "intelligenza intuitiva"…Remember?dicevi che io avevo la capacità di "vedere le cose con il cuore" e mi chiedevi sempre un parere…
Il tempo è passato e la nostra amicizia è diventata scambio complice di pensieri a volte non necessariamente espressi…Non è importante incontrarsi…vedersi…parlarsi…Come ha scritto un altro caro amico, una persona veramente deliziosa, citando Byron…<L’amicizia è l’amore senza le ali>e questa nel nostro caso è una verità inconfutabile…