Emergenza rifiuti


La mia vita affidata

a  luride carogne

che nelle macerie

dei rifiuti

di una società

indifferente

accumulano ricchezze

infischiandosene dei

disagi e della

salute della gente.

Di quella gente che,

per volontà

di un fato, il

destino di molti

gli ha assegnato.

Or eccoli

col capo chino a

battersi il petto

in un ipocrito

mea culpa mentre

noi moriamo

nel fetore.

Il pesce,

è da tutti risaputo,

è dal capo che

inizia il suo

nauseante odore.

[Umiliazione e vergogna sono i sentimenti di molti che vivono accanto a me questa ennesima piaga sociale]
Advertisements

5 pensieri su “Emergenza rifiuti

  1. Con il piu’ grande sdegno e la piu’ grande solidarietà per te amica di web, e per i miei grandi veri  amici Napoletani.
    Battersi il petto dopo aver chiuso occhi orecchie per tanti anni.
    Che delusione…….
    Coraggio amica mia ……..Napoli deve ritrovare presto la dignità di città bella e rispettata.
    Un saluto .
    Renzo 

  2. Tu vivi lì. Cos’è che impedisce di risolvere il problema?Io in mente ho dei nomi ma non so quale sia la verità.Ho pensato a Bassolino, alla camorra, al governo italiano, alle industrie del nord, alla mentalità della popolazione…Qual’è la vera risposta? Io non lo so.Ho paura che anche la gente della Sardegna entri nel giro. Ho paura per la vostra salute, per il vostro mercato che è lo stesso dell’Italia, temo l’impotenza delle persone di fronte a certi fatti e non so cosa dirti se non che mi piacerebbe che qualcuno in più provasse a mettersi nei vostri panni…Fortemente dispiaciuto.Agostino

  3. Ciao..ti risparmio la solita frase sn passata qui per caso e bla bla bla…pur essendo Umbra mi dispiace molto della vostra situazione ma qui sembra che l’indifferenza sia la cosa che vada più di moda,la più conveniente..è unutile la verità è che nessuno si impegna sul serio per migliorare le cose e mi dispiace che ci rimettano persone per bene…vi auguro di far presto capo a tutto qsto…un abbraccio!!Vale!!

  4. Ieri sono riuscito a organizzare e consumare una cena coi miei cugini materni. Siamo sei in tutto compresi me e mia sorella. Età media: 2o anni. Parlando, tra panorama musicale underground romano di sette anni fa e prigioni nella Germania dell’est degli anni ‘8o, abbiamo toccato anche l’argomento rifiuti.E’ venuto fuori che Gaia, la più grande, di 24 anni, ci ha detto che la raccolta differenziata è inutile. Esiste un macchinario che tritura la spazzatura in piccolissime parti, la priva dell’acqua, la divide per materiale di composizione (vetro, plastica, carta, i diversi tipi di metalli e i rifiuti organici detti "umido") e li rimette in circolo con uno scarto approssimabile all’8% che è tutta l’immondizia che rimane. No, dico… L’OTTO PERCENTO!!! Tutto il resto si riutilizza!!!Sai quanto costa una macchina così?Prova a sparare una cifra…Costa nientepopodimenoché…. 2ooo €DUEMILA EURI!!!!Roba che facendo una colletta, volendo, se ne mette una ogni isolato e si risolve la questione!!!Allora… Se davvero una cosa così esiste, io me la compro (ho giusto giusto 2ooo € da parte…) e vi smaltisco almeno Napoli e Caserta!!!Ora, a parte gli scherzi, ti rendi conto che (almeno a Roma) una famiglia che paga la tassa sui rifiuti ogni anno spende molto di più? E si pagherebbe di meno  risolvendo il problema per sempre? Sarebbe come se ti dicessero: – Senta, signora Angela, io potrei darLe una lauta mancia per il disturbo se Lei mi permette di portarLe via la Sua lurida spazzatura da casa… E’ daccordo? – e tu a quel punto cosa risponderesti? Io direi: – Sì, mi dia una penna che firmo subito. Dove si firma??Deto questo, penso che si può… ma non si vuole. Ora occorrerebbe sapere chi è che viene pagato, chi ci guadagna e a chi interessa che la situazione rimanga così com’è. E poi strozzarlo in diretta. Solo chi è pagato vorrei conoscere.Quelli che pagano io li conosco già. Siamo tutti.

  5. ciao, cristallo di quarzo….
    io sono campano e precisamente di Ariano Irpino… sai quel paese dove c’è la discarica di Difesa Grande…
    il problema principale di quest’emergenza è che nessuno lo vuole affrontare…
    c’è un giro di affari troppo grande e per colpa di chi gestisce questi giri saremo sempre noi a pagarne le conseguenze…
    mi è sembrato opportuno intervenire sul tuo blog in quanto quest’emergenza la vivo anche io in prima persona…
    se ti fa piacere passa da me…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...