Pubblicato in: Sprazzi di....anima

Nella notte della preistoria


Ansante il tuo respiro
mi alita sul collo;
frughi sotto le vesti
strappandomi la carne.

Ripugnante l’odore
del libidinoso umore.

Come cane nell’acqua
annaspo in cerca d’aria
mentre tu affondi la spada
squarciandomi l’anima.

Un unico rantolo
due le morti:
diverse le sorti.

Pubblicato in: Sprazzi di....anima

Caducità


Si cerca la trave
nell’occhio del fratello
e si invidia l’erba
più verde del vicino.

Si sputa sangue
per accumular quattrini
Si sudano sette camicie
per costruirsi dimore  belle.

Si spendono soldi
in estetisti e in abiti
per essere "à la page".
Si fa la dieta per sfoggiar
la silouhette.

In un mondo sempre
più competitivo
ha perso l’uomo
il vero punto di arrivo.

Che tu sia rosso, giallo,
nero o bianco,
che tu sia brutto
oppure bello,

che sia nato in una reggia
o in una stalla
ricordati fratello:
è solo un soffio
il tuo destino.

Il solo tremore della terra
è sufficiente per ridurti
nudo come sei venuto.