Pubblicato in: Riflessioni personali

Dov’è la Chiesa?


A proposito della lettera di Don Paolo Farinella volevo aggiungere il mio pensiero, cercando di rispondere a lui, ma forse prima di tutto a me stesssa.
Lui si chiede dove sia la Chiesa di Cristo.
 Io credo che sia ovunque tranne che nei poteri alti delle toghe vescovili, cardinalizie o papali. Se solo si pensa al comportamento di queste grandi gerarchie nei confronti dei preti  pedofili o di quelli "puttanieri".  Quand’ero ragazza c’ era un nome che passava di bocca in bocca.  Il nome di un Ministro di Dio il cui passatempo preferito ero quello di collezionare figli come uno colleziona francobolli. Uno che, non so se leggenda metropolitana o meno, passava le vacanze a Miami Beach.
Ecco: dove è la Chiesa? Dove è mai stata? Era davero chiusa nei suoi templi a pregare per la salvezza del Mondo o invece in tutt’altre faccende affaccendata? E perché invece di chiudersi nei templi non è mai uscita in piazza, ad incontrare chi ne aveva bisogno come faceva il suo Maestro, e come fanno centinaia di illuminati e di missionari nel mondo?
Non posso non soffermare il mio pensiero sulle lettere di San Paolo, oggi più che mai attuali. E proprio in riferimento alla lettera di don Paolo Farinella mi viene in mente questa parte della "Seconda Lettera ai Tessalonicesi":
Lavorate! – Vi ordiniamo pertanto, fratelli, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, di tenervi lontani da ogni fratello che si comporta in maniera indisciplinata e non secondo la tradizione che ha ricevuto da noi. Sapete infatti come dovete imitarci: poiché noi non abbiamo vissuto oziosamente fra voi, né  abbiamo mangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato con fatica e sforzo notte e giorno per non essere di peso ad alcuno di voi. Non che non ne avessimo diritto, ma per darvi noi stessi come esempio da imitare. E, infatti, quando eravamo presso di voi, vi demmo questa regola: chi non vuol lavorare, neppure mangi.


Al buon intenditor poche parole… o per dirla con Gesù: Chi ha orecchi da intendere, intenda…

La Chiesa che si rimbocchi le maniche invece di mendicare l’elemosina dallo Stato e di vendere così le indulgenze plenarie per mettere in pace la coscienza dei cristiani. In fondo non è cambiato molto dalla Riforma Luterana. Lutero come San Francesco e come Frà Girolamo sono stati davvero fiaccole contro questa Chiesa Casta e Meretrice…
Il vero perdono per le nostre azione sbagliate non ci viene dato dalla quantità di obolo che facciamo alle varie curie vescovili. Il perdono è tutta un’altra cosa e lo sa bene la Chiesa… o meglio lo sanno bene tutte quelle chiese che puntano la loro dottrina sul culto del rimorso per tenere soggiogati a sé i deboli e gli sprovveduti… o
cosa peggiore ci presentano un Dio cattivo e vendicativo per
sottometterci con la paura di chissà quali gravi pene.
Quando la smetterà l’uomo di manipolare la coscienza dei suoi simili?
Quante e quante incongruenze sono insite in questi culti religiosi, di
leggi fatte dagli uomini e che spacciano per leggi di Dio! Di leggi che
vengono applicati solo ai grulli e ai morti di fame. Di chiese che
usano due pesi e due misure?
Ricordo come la Chiesa, apostolica e romana, condanni il divorzio fino
al punto di negare a un divorziato di accostarsi a ricevere
l’eucarestia o di frequentare la chiesa…
Però è anche vero che questi non sono capi di governo…

Autore:

Parlo già troppo qui sul web....

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...