Pubblicato in: Notizie e politica, Riflessioni personali

Non c’è due senza tre…


E così in questa luminosa estate di San Martino vede la luce la “Terza Repubblica” dello Stato Italiano. Caduto finalmente il Governo formato dall’asse Leghista-Berlusconiana si riaccende la speranza che il nostro martoriato Paese possa davvero trovare quell’assetto Sociale a cui è destinato per Diritto e per Nascita…

Sono tempi duri ed è necessario stringere la cinghia, di questo ne siamo pienamente consapevoli . Specialmente se consideriamo che Berlusconi con tutto il suo entourage ha elevato il debito del Paese del 13,5% .

La speranza verso il  “nuovo” che arriva è che a pagare siano TUTTI e non sempre e SOLAMENTE i soliti fessi.

E’ necessario abolire i “Privilegi” della casta prima di tutto.

E’ NECESSARIO far rientrare spese che non sono NECESSARIE al Mondo ed al Paese.

E’ necessario che si metta la mano nel Patrimonio non solo pubblico ma anche in quello PRIVATO. (E’ necessario ricordare, ad esempio,  che il nanerottolo, che ieri ha lasciato il Palazzo con la coda tra le gambe, ha evaso più di tutti gli italiani messi assieme grazie alle SUE LEGGI… si badi bene… SUE non del Parlamento sovrano?).

E’ necessario che si metta mano alle baby pensioni che per il 67% riguardano il nord… e NON il SUD…

Ecco io spero che Monti, da bravo economista, sappia far bene i conti.

Che mettendosi davanti il “BILANCIO AZIENDALE” sappia correggere le voci e riportare l’equilibrio tra il DARE e l’AVERE… Rivalutando e rimettendo in campo il Capitale ammortizzato e le spese di Bilancio dello Stato…