Riflettendo sulla pagina di Alberto Forchielli


Sai Alberto, riflettevo sulla capacità del linguaggio di “evocare” nella mente degli individui immagini più o meno piacevoli. Più o meno sgradite e ripensavo a quando Berlusconi andava in giro per il mondo a dire che i nostri ristoranti erano sempre pieni e gli aereoporti sempre affollati. Insomma lui proiettava nella gente una finta immagine di benessere. Poi è arrivato Monti e ha tolto dagli occhi degli illusi lobotizzati le fette di mortadella che avevano sugli occhi e… si sono svegliati. Si sono svegliati e hanno iniziato a seguire un clown che diceva tutto il contrario. Ci hanno creduto. Il nuovo messia faceva perno sulla loro frustrazione di non essersi arricchiti come Berlusconi, non solo, si ritrovavano, e si scoprivano, poveri e senza lavoro e il nuovo guru gridava con un codice linguistico volgare, come solo la fame sa usare, riempiendo di insulti dal più grande al più piccolo. Prendendo per imbecilli i suoi stessi seguaci. Chiamandoli incompetenti e impotenti… risvegliando in loro quello che gli italiani si portano da secoli nel loro DNA: l’incapacità di vivere senza un Padrone.
Adesso, alla luce di tutto ciò, credo che quello di cui si senta bisogno sia la Voce Sincera di un individuo che senza agitarsi, né esaltarsi, né promettere castelli e diamanti, chiami le cose col loro nome e torni a rimettere insieme il puzzle di 60 milioni di individui che forse hanno le idee chiare ma gli manca la forza, la capacità, di concretizzare. Avevo creduto, e credo in Te. Adesso ho accettato l’idea che Tu non Vuoi lasciare ciò che ti sei costruito. Il TUO Lavoro. Lo comprendo e Ti faccio le mie pubbliche scuse se ho tentato di tirarti dentro ad un discorso che non ti appartiene. Riconosco l’egoismo della disperazione. Di colui che non avendo più speranze si rivolge a San Gennaro. Tu non sei San Gennaro e io non ho Fede a sufficienza per muovere le montagne. Tutto ciò per dire che ci occorre un Leader che con pacatezza e senza grossolanità linguistiche ci dica cosa fare e che gli italiani la smettano di tirarsi la zappa sui piedi da soli e comprendano che solo la “sinergia” porta buoni risultati. La natura ce lo insegna solo l’unione dei due poli, il positivo e il negativo, generano energia utile alla sopravvivenza…
Un bacio a Te e grazie per la Tua pazienza.

Annunci

Un pensiero su “Riflettendo sulla pagina di Alberto Forchielli

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...