Pubblicato in: Riflessioni personali, Sprazzi di....anima

Trattate con cura una farfalla


farfallaSe si prende una farfalla per le ali ci rimangono sulle dita i suoi colori e lei se ne va tutta sbilanciata , perché queste squame sono come i pesi di una bilancia,  se sono uguali e giusti la farfalla vola diritta, se invece vengono tolti la bilancia della farfalla pende da una parte o dall’altra e la farfalla, volando, sbanda e vola male…
Non prendete tra le vostre mani una farfalla per le ali…
le farete solo molto male…

Pubblicato in: Dalla parte dei bambini, Riflessioni personali, Sprazzi di....anima

Quel dolore mai sopito


taglioAlta_0013162-970x400
Vivere dentro la disabilità è come vivere 100 anni di solitudine.
Hanno un bel parlare dottori, medici, specialistii, psicologi, pediatri e i “So tutto io”…
Quando ti trovi a consultare questo e quello. Quando ti rifiuti di accettare una condanna in via definitiva. Quando illudi te stessa e la tua ragione dicendoti che si può trovare la soluzione. Quando entri ed esci dagli studi e dagli ospedali con le gengive sanguinanti a furia di stringere i denti con un solo pensiero fisso: Trovare una strada che ti porti verso la salita. In cerca di una salvezza. Un trampolino di lancio che porti tuo figlio su un destino migliore. Non importa quanto possa essere duro, estenuante, logorante… Tu, continui a cercare e sperare, perché la verità è una e solo una: Ti senti colpevole della disabilità di tuo figlio e ti accorgi che chi ti sta attorno appartiene a un altro mondo. Un mondo che non riesce a decodificare i tuoi pensieri nascosti. I tuoi pianti congelati nel silenzio del tuo cervello emotivo. Guardare negli occhi chi vive, o ha vissuto, le tue stesse esperienze, il tuo stesso dolore, riapre lo scrigno del dolore, e l’unica cosa che riesci a fare è stringerla al cuore… In shin den shin… (Ti sono vicina )