Pubblicato in: Notizie e politica, Riflessioni personali

Italia federale o dei comuni?


fac1ce3cdf61c5c20dc1860e19d93ef3

Se dal comunismo russo e cinese è nato uno stato capitalista la dice lunga sulla capacità dell’uomo di sottrarsi alle lusinghe del potere e del denaro. Se a questo potere ci aggiungiamo che l’ha ottenuto schiavizzando il popolo, quel popolo che diceva di sostenere e tutelare, non oso pensare cosa possa fare uno stato che si dichiara già a priori “fascista”…

Allo stesso tempo, al punto della storia è impensabile concepire la costituzione di italiatanti stati e staterelli, federali o feudali? Non vedo nessuna differenza. Abbiamo avuto l’Italia dei Comuni e quella delle Repubbliche marinare e, a parte la Serenissima che è quella che ha avuto vita più lunga, tutto è stato seppellito dalle lotte coi paesi confinanti e intestine… Io penso che davvero dovremmo cercare qualcosa che vada oltre. Che scavalchi qualunque forma di governo che finora abbiamo avuto… Rifletto su ciò che sta accadendo e mi accorgo che è in atto un ribaltamento di tutto ciò che l’uomo con fatica ha costruito nei secoli….

Mi sembra di essere ripiombati nel primo medioevo, quando l’umanità aveva perso il senso dell’orientamento… Siamo alla fase del “travaglio”… Quanto durerà dififcile prevederlo. Le acque si sono rotte e la gestante urla…