Pubblicato in: Poesie d'Autore, Riflessioni personali, Società e Costume

Bellezza versus Oscurantismo moderno


klimt2Contro lo squallore e l’oscurantismo da Alto MedioEvo dove gli italiani si sono incamminati io da oggi scendo in campo dispensando “Bellezza”. Quella che i due minus habentes e i loro seguaci non posseggono: La Bellezza dell’Anima. Lo farò attraverso la Poesia e la Pittura. Lì dove ignoranza, volgarità e odio tracimano le menti io concimo Semi di Bellezza. Anche se so che i miei sforzi serviranno a ben poco. Gli stessi generali nazisti ce l’hanno insegnato. Quando mandavano a morire nelle camere a gas gli ebrei, i gay, i disabili, i rom con il sottofondo delle musiche di Strauss, Beethoven etc…etc…

 

 

Sono bella, o mortali: una chimera

di pietra! Tutti il mio seno ha estenuato,

ma al poeta un amore ha ispirato

tacito, eterno come la materia.

 

Ho il trono nell’ azzurro, sfinge oscura,

ho il cuore di neve, del cigno il biancore,

odio il gesto che le linee scompone,

al riso e al pianto estranea è mia natura.

 

Vedendomi in atteggiamenti fieri

Ispirati a scultorei monumenti,

i poeti si danno a studi austeri.

 

Per stregare così docili amanti

ho, specchi dove il bello si discerne,

gli occhi, i miei occhi dalle luci eterne.

 

[La bellezza, XVII, I fiori del male, Charles Baudelaire, trad. Antonio Prete]