“Noi non siamo cristiani”


  – Noi non siamo cristiani, – essi dicono, – Cristo si è fermato a Eboli –. Cristiano vuol dire, nel loro linguaggio, uomo: e la frase proverbiale che ho sentito tante volte ripetere, nelle loro bocche non è forse nulla piú che l'espressione di uno sconsolato complesso di inferiorità. Noi non siamo cristiani, non … Leggi tutto “Noi non siamo cristiani”

Annunci

Democrazia moribonda


Mi imbatto in questo commiato di Alessandro Barbano, la sua pacatezza nel congedarsi dai lettori de "Il mattino" mi ha catturato. Ecco, forse è questo che si è perso in Italia: la pacatezza espressiva. Al sarcasmo e all'ironia si contrappone l'insulto e la demagogia populista. Riporto le sue parole e mi piacerebbe che risuonassero nelle … Leggi tutto Democrazia moribonda

e se…


... e se stasera ci facessimo tutti un bell'esame di coscienza? Sono sicura che tutti abbiamo uno o più scheletri nell'armadio. Se pensassimo che l'Italia non l'hanno rovinata solo i politici ma tutti gli italiani dipendenti della PA ad esempio che si prendevano, e si prendono, le ferie per andare a farsi la settimana bianca. … Leggi tutto e se…

Con-dividere


Oggi molti pensano che se condividi qualcosa lo fai solo per metterti in mostra. Siamo talmente malati di narcisismo e di protagonismo che quando vediamo che altri mettono a disposizione, condividendo, il proprio lavoro, le proprie conoscenze (non competenze...ma co-no-scen-ze) lo facciano solo per mettersi in mostra. E' proprio vero che giudichiamo gli altri col … Leggi tutto Con-dividere

L’8 marzo la marea femminista torna nelle strade: noi scioperiamo!


Non una di meno

banner2

Il prossimo 8 marzo la marea femminista tornerà nelle strade di tutto il mondo con lo sciopero globale delle donne.

Il rifiuto della violenza maschile in tutte le sue forme e la rabbia di chi non vuole esserne vittima si trasformeranno in un grido comune: da #metoo a #wetoogether.

Sarà sciopero femminista perchè pretendiamo una trasformazione radicale della società: scioperiamo contro la violenza economica, la precarietà e le discriminazioni. Sovvertiamo le gerarchie sessuali, le norme di genere, i ruoli sociali imposti, i rapporti di potere che generano molestie e violenze. Rivendichiamo un reddito di autodeterminazione, un salario minimo europeo e un welfare universale, garantito e accessibile. Vogliamo autonomia e libertà di scelta sui nostri corpi e sulle nostre vite, vogliamo essere libere di muoverci e di restare contro la violenza del razzismo istituzionale e dei confini.

Sappiamo che scioperare è sempre una grandissima sfida, perchè ci scontriamo con il…

View original post 417 altre parole